Vivere protesi verso il Futuro – II Giorno

Per andare fino a Betlemme è necessario andare verso
… il futuro. Non basta essere in cammino, ma dobbiamo imparare ad
essere una “chiesa che va verso il futuro”
Cristo nasce perchè dobbiamo
pensare al domani.

Lasciarsi travolgere da Dio significa aprire la vita a qualcosa di nuovo, di inaspettato,ma non sempre facile da accettare…¬† Dietro ogni evento, anche negativo, che sconvolge la nostra esistenza, c’è sempre l’imperscrutabile progetto di Dio. Non è un semplice distruggere i sogni e le aspettative degli uomini ma è un mettere alla prova, risvegliare l’uomo dalla tiepidezza della fede.” Se il seme caduto in terra non muore non darà frutto”. Come scrive Don Tonino Bello bisogna”accogliere la diversità come gemma di un fiore nuovo”. Dobbiamo rischiare, mettere tutto in gioco, come Maria e Giuseppe, abbandonandoci alla volontà di Dio. “Ma non ho coraggio, non sono pronto, non ce la faccio”… Se “Dio è con noi chi sarà contro di noi?”

Mission impossible? A te l’ardua sentenza…

Autore dell'articolo: admin

2 commenti su “Vivere protesi verso il Futuro – II Giorno

    Monica

    (17 Dicembre 2009 - 23:18)

    Abbandonarsi. Lasciare che un altro guidi la barca e non farsi prendere dal panico. Sembra cos√¨ facile lasciare tutte le mappe e navigare a vista. E invece √® drammaticamente difficile. E’ difficile abbandonarsi, abbandonare se stessi.

    lello

    (18 Dicembre 2009 - 18:32)

    Penso che sia inutile parlare con metafore. Basta fare qualcosa, anche solo alle persone più vicine: amici e parenti. Penso sia già qualcosa.
    Il resto poi, vien da sè..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.