Archivi categoria: Campi 2011

Campo invernale 2011

di Francesco Scuccimarri

Anche quest’anno noi giovani e giovanissimi siamo andati al campo-scuola invernale. Il luogo che ci ha ospitato è stato Prati di Tivo, in provincia di Teramo.

Prima di arrivare in questa località abbiamo fatto tappa a San Giovanni Rotondo visitando la nuova chiesa di Padre Pio. Questa chiesa è stata progettata in modo tale da poter ospitare migliaia di persone. Scendendo per una scalinata abbiamo attraversato un lungo corridoio in cui erano raffigurate scene di vita in parallelo di San Francesco e Padre Pio e tutte realizzate con mosaici! Ciò che mi ha colpito tantissimo è stata l’accuratezza nel definire tutti i minimi particolari.

Terminato il corridoio siamo arrivati in questa piccola cappella, dove è situato il corpo di Padre Pio.Appena sono entrato sono rimasto immobile nel vedere tutto questo soffitto lucente e immenso questo perché il soffitto è stato tutto dipinto di oro proveniente dalla fusione di tutti i braccialetti, collanine e medaglie donati dai pellegrini in visita a Padre Pio.

Dopo aver finito la visita di tutta la chiesa ci siamo diretti alla nostra destinazione finale, ossia Prati di Tivo.

Arrivati qui abbiamo fatto una lunga passeggiata tra le strade innevate del paese e siamo tornati in Hotel nel quale abbiamo passato una bella serata tra giochi e animazione.

Il giorno seguente, dopo le lodi mattutine, abbiamo passato la giornata interamente sulla neve tra palle di neve, scivolate e cadute stupende! Accompagnate da giochi e animazione dell’hotel. La parte più emozionante è stato poter arrivare in cima con la seggiovia. Vi posso assicurare che vedere da lassù tutto quel bellissimo paesaggio è stata un’emozione unica! Una foto non può descrivere così tanta bellezza!

Il pomeriggio, purtroppo, abbiamo preparato le valigie e ci siamo rimessi in viaggio per tornare nel nostro Paese. Ma, per fortuna, ci siamo fermati in un paesino per visitare un fantastico presepe che allo stesso tempo era anche una mostra di oggetti di antiquariato.

Terminata la visita di questo presepe unico e originale ci siamo rimessi in viaggio e siamo tornati a casa.

E’ stato il mio primo campo e posso solo confermare che ha aspetti positivi. E’stata un’esperienza emozionante in quanto, oltre ad aver osservato un paesaggio grandioso, ci siamo divertiti tra animazione, giochi e stupende cadute sulla neve.Tutto questo è stato accompagnato da momenti di riflessione e di preghiera che ogni buon cristiano dovrebbe posizionare nell’arco della sua giornata.

E in più ho conosciuto tante belle persone con le quali ho affrontato argomenti con lunghe riflessioni!

Quindi al prossimo campo! Continua a leggere